Mercurio ci ha tormentato con i suoi tanti enigmi e con il lavoro scrupolosissimo che ha comportato lo studio dei suoi vagabondaggi annotava Copernico.
 
Riesci a immaginare la mia gioia per il fatto che le equazioni del moto del perielio di Mercurio si sono dimostrate corrette? Sono rimasto fuori di me per molti giorni dall’eccitazione scriveva Einstein a un collega.
 
Mercurio è pianeta difficile da vedere. Di giorno si sottrae al nostro sguardo nascondendosi nella luminosità solare. Appariva agli antichi, e a noi, al crepuscolo, quando la luce del giorno si stempera nella notte. L’origine del mito e gli attributi di Ermes, il più elusivo, ingegnoso, umano degli dei olimpici, devono probabilmente molto alla velocità del pianeta, ai suoi moti sfuggenti, imprendibili. Dio che conduce le anime dei defunti nell’Ade. Dio della musica, dei truffatori, dei ladri, dell’eloquenza, dell’astuzia, delle strade, dei viaggi, dei viandanti, della velocità, della conoscenza, della comunicazione, dei giovani pastori, del commercio. Dio che non si è mai sposato, che non lascia grandi tracce dei suoi numerosi amori, ma che ha avuto molti figli. Dio che, oltre ai calzari alati e al caduceo, possiede la cappa dell’invisibilità. Cappa che indossa anche nella pratica astrologica perché la sua potenza simbolica, nei transiti e nella sinastria, spesso viene sottovalutata o delegata a uno sguardo di sfuggita.
 
Quanto è importante, in una sinastria di coppia, l’influenza di Mercurio?
Nel lavoro astrologico tendiamo a sottolineare l’importanza degli aspetti tra i luminari, tra i luminari e l’ascendente, tra Venere e Marte o gli aspetti dei luminari con i pianeti lenti. L’influenza mercuriale però può rivelarsi determinante nell’evoluzione della relazione.
L’intesa perfetta, il rapporto stabile, ideale è l’alchimia di tre punti fondamentali:
 
attrazione emotiva, sintonia di cuore, calore affettivo, innamoramento. Cuore.
attrazione mentale, comunicazione, dialogo, dialettica viva, complice, frizzante. Mente.
attrazione fisica, eros, pathos, desiderio, passione, ardore. Corpo
 
 
Se in un rapporto c’è amore, trasporto erotico, ma i due non comunicano, non hanno interessi comuni o litigano per i figli, l’equilibrio è compromesso. Chiacchierare di tutto, raccontarsi la giornata, consigliarsi, sostenersi, ridere, essere in sintonia e complici assoluti, è importante quanto il feeling affettivo e sessuale.
Osserviamo le simbologie mercuriali più conosciute:
 
Mercurio come comunicazione – Se i due hanno Mercurio opposto o se il Mercurio di uno dei due riceve aspetti negativi da un pianeta del partner, l’intesa mentale sarà problematica e la comunicazione competitiva e divergente. I due non hanno le stesse opinioni, lo stesso punto di vista sui valori fondamentali e sulle decisioni da prendere. Il modo di vedere e affrontare la vita è diverso. Importante diventa l’ascolto, l’arte del compromesso, del mettersi nei panni dell’altro altrimenti il rischio è di intavolare lunghe, sfibranti discussioni che non arrivano a nessun risultato.
 
Mercurio come ascolto e attenzione – Uno dei due non sa ascoltare, uno dei due non si sente capito. Uno parla parla parla, l’altro ascolta distrattamente. Alla lunga dialogare con un partner sapendo di parlare al vento è davvero irritante e innesca i “te l’avevo detto, ma tanto tu non mi ascolti”. È anche possibile che chi ha Mercurio che riceve aspetti duri dai pianeti dell’altro agisca, faccia cose, prenda decisioni senza avvertire o senza prima discuterne con il compagno. Che si trova davanti al fatto compiuto. E si arrabbia.
 
Mercurio come figli – Con aspetti disarmonici di Mercurio ci potranno essere tensioni sui metodi educativi o sulla cura. Uno è presente, l’altro latita. Uno è severo, l’altro permissivo. L’educazione dei figli diventa terreno di scontro. In questa simbologia Mercurio è importante anche quando si forma una nuova famiglia con figli avuti da un altro partner. Mercurio disarmonico può intralciare i rapporti con i figli acquisiti, oppure la relazione ha un andamento tormentato perché i figli si oppongono all’idea che il genitore abbia un nuovo partner.
 
Mercurio come socialità – Con buoni aspetti la coppia è ben inserita in un ambiente sociale comune, brillante, appagante, vitale. Curiosità intellettuale, uno spirito giovanile, allegro, spensierato, curioso, accomuna i partner, cementando il rapporto. Con aspetti negativi i due possono vivere in un’atmosfera antipatica di pettegolezzi e diffidenze o sperimentare un vissuto di incomprensioni con parenti, vicini, amici. Lesioni di Mercurio possono anche sviluppare antipatiche forme di ribellione e insofferenza verso un partner timido, impacciato, pantofolaio, schivo, misantropo o gaffeur. Potrebbe anche verificarsi l’impossibilità, per problemi pratici o familiari, di mantenere un buon livello relazionale con amici o parenti. Chi ha Mercurio leso dai pianeti del partner può anche doversi allontanare da amici e compagni di sempre perché il partner non li sopporta o non li giudica appropriati.
 
Mercurio come lavoro – “Non ci vediamo mai perché lui lavora troppo”. “Parlare è difficile, ha la testa perennemente immersa nelle scartoffie”. “E’ sempre al computer, si porta anche il lavoro a casa”. Con buoni aspetti si è portati a partecipare ai problemi professionali dell’altro, ci si consulta nelle fasi decisionali e nelle scelte importanti. Con cattivi aspetti il partner non capisce o minimizza i problemi che abbiamo sul lavoro, oppure tende a farci pesare uno stacanovismo che percepisce come indifferenza, mancanza di attenzione. Chi ha Mercurio leso da pianeti del partner (soprattutto da Saturno e Urano) può essere soggetto a critiche: la sua occupazione non è soddisfacente socialmente o economicamente, oppure lo si rimprovera di non fare abbastanza, di non mettersi in luce, di non porsi traguardi.
 
Mercurio come quotidianità – Il domicilio di Mercurio nel segno della Vergine innesca l’importantissima simbologia di quotidianità. Chi ha Mercurio leso dai pianeti dell’altro rischia di essere sotto la cappa di un partner esigente, pignolo, sottilmente ricattatorio, subdolamente debole che impone regole fantozziane e richieste che metterebbero alla prova la pazienza di un santo. Fai questo, fai quello, metti le pattine, porta fuori il cane. Possono anche sorgere dispute in merito alla gestione del denaro, delle cose in comune, delle incombenze casalinghe.
 
Mercurio come spostamenti, divertimenti – Uno ama tuffarsi in una mondanità vorticosa, l’altro preferisce la canasta con i soliti amici. Uno vuole scarpinare in montagna, l’altro rosolarsi al mare. Uno non sta mai fermo, vorrebbe sempre andare, viaggiare, vivere la vita come un’avventura. L’altro sogna week end oziosi, tra beauty farm e villaggi all inclusive. Uno si diverte a guardar giocare la squadra del cuore. L’altro adora andare a teatro, vernissage, eventi, mostre e musei. Uno guarda film d’essai, l’altro ama i cinepanettoni. Uno vuole fare snorkelling tra gli squali, l’altro preferisce rimanere a casa e curare l’orto. Se fra i due non esiste comprensione, fiducia e rispetto reciproco il tema vacanze/divertimento può scatenare testa a testa terrificanti.
 
Mercurio come furbizia e menzogna – Simbologia da non sottovalutare che obbedisce alla regola “meglio una bugia al momento giusto che la verità al momento sbagliato”. Chi ha Mercurio leso dai pianeti del compagno può dover sopportare un partner bugiardo, ambiguo, sfuggente, oppure, a sua volta, avere l’antipatica tendenza a non dire mai la verità, a preferire verità parziali o di comodo, ad agire d’astuzia e ad avere, sempre, la risposta (che gli conviene) pronta.
 
Mercurio come senso dell’umorismo – Con buoni aspetti il temperamento ironico, allegro, dissacrante del partner diverte e rende scoppiettante la vita in comune. Con cattivi, le battute del partner appaiono fuori luogo, il suo humour irritante, la comicità grossolana. L’esuberanza dell’altro infastidisce oppure gli si rimprovera di non prendere la vita seriamente, di fare il buffone e di essere troppo infantile.
 
Chiaro che segno e casa che ospitano Mercurio sono determinati per capire quale simbologia mercuriale è parlante e predominante. Alle simbologie citate potremmo aggiungerne altre e tutte potranno rivelarsi un aiuto prezioso nell'analisi della sinastria.